RENZI MINACCIA LE FORZE DELL’ORDINE E I MILITARI


RENZI MINACCIA LE FORZE DELL’ORDINE E I MILITARI. RIMANGIATEVI COSA AVETE DETTO. UN ALTRO AFFRONTO DAL PRESIDENTE RENZI CHE DICE CHE STAVA LAVORANDO AL BLOCCO DEL TETTO SALARIALE….. MA LO SAPEVA SOLO LUI. ANCORA BUGIE DAL PREMIER….

Pubblicata il 09/09/2014

Renzi lancia minacce al Comparto Difesa e Sicurezza. Mentre un comunicato stampa congiunto tra sindacati e rappresentanze militari sostiene il dialogo mai concesso e lo attende a fronte di non intraprendere alcuna iniziativa prima dell’incontro ufficiale. Ma Renzi a Porta a Porta minaccia e riduce il tutto ad un problemino…

RENZI MINACCIA LE FORZE DELL'ORDINE E I MILITARI. RIMANGIATEVI COSA AVETE DETTO. UN ALTRO AFFRONTO DAL PRESIDENTE RENZI CHE DICE CHE STAVA LAVORANDO AL BLOCCO DEL TETTO SALARIALE..... MA LO SAPEVA SOLO LUI.  ANCORA BUGIE DAL PREMIER....

Non si rende conto…No.  A Porta a Porta quando si parla di Forze dell’Ordine e di Militari tiene subito a minacciare il comparto dicendo che si devono rimangiare tutto. Sposta la colpa sui sindacati e sui rappresentanti nonostante non abbia mai concesso alcun dialogo alcuno confronto con chi non stà percependo soldi previsti dal contratto di lavoro. Non si percepisce 250 euro al mese e Lui ne dà 80, non solo, ma non ti devi incazzare e la colpa è dei sindacalisti.  Basta con il Regime Rosso di Renzi. Non ritiene il comparto degno di farsi ripettare a fronte di attacchi alla propria dignità. O non sà di cosa parla o l’eccesso di autostima lo annebbia sul fatto che contratti di lavoro non sono rispettati e non pagati, ma con questi soldi non corrisposti, intanto, Renzi paga le 80 euro di campagna elettorale per il futuro del suo PD. Ma visto che attacca le forze dell’ordine e i militari, cioè attacco lo Stato, qualcuno deve intervenire e riportare il senso dello Stato e gli equilibri di una democrazia strappata dal regime rosso. Si, nessuno lo ha eletto. Un mandato da Premier dato da un Governo Letta uscente che ha avuto un mandato da un Governo tecnico Monti. Qualcuno gli spieghi che lui è rappresentante di un regime politico di sinistra. Il popolo Italiano ha eletto un Governo di Destra, ma cosa fà Lui li’ ?  Ma io mi devo trovare questi affronti e queste offese da chi non ha titolo dal popolo italiano a guidare il paese ?  Chi deve salvare la dignità dell’Italia ? Chi è l’Italia ?  Gli italiani devono riprendersi l’Italia…. Renzi, in barba a tutti, continua a giocare con numeri e politica europeista, sbeffeggiando gli italiani e….minacciando le  Forze dell’ordine e i militari, attaccando i sindacati e le rappresentanze che hanno dato voce al grido di dolore degli uomini e donne in divisa.  No, io non ci sto’. Mentre i rappresentanti del comparto abbassano i toni per poter raggiungere il primo incontro ufficiale per far nascere il dialogo, Lui …minaccia e si giustifica.  Uno sporco giochino quello di animare i cittadini contro le forze dell’ordine per il tramite di rappresentanti militari e sindacati. Tutto per distruggere chi deve dare voce al malessere del comparto. Qualcuno intervenga !   Riprendiamoci la nostra Italia, il nostro paese, ostaggio dei poteri forti e delle caste che oggi hanno un volto che è convinto d’incantare e raccontare storie credendo di poter fare quello che vuole, perchè questa la licenza delle caste di potere dello Stato e della politica.  Riprendiamoci il nostro paese. Fermatelo….. qualcuno lo dovrà fare, e subito !

 Mentre Renzi offende e umilia le Forze dell’Ordine e i militari, ecco il comunicato stampa del tardo pomeriggio di oggi :

 COMPARTO DIFESA, SICUREZZA E SOCCORSO PUBBLICO:  ATTENDIAMO CONVOCAZIONE DI RENZI

“All’esito dell’assemblea plenaria di questo pomeriggio, unanimemente e responsabilmente le Organizzazioni sindacali delle Forze di Polizia (Polizia di Stato, Penitenziari e Forestali), dei Vigili del Fuoco e dei Cocer delle Forze Armate – Esercito, Aeronautica, Marina (ivi compreso il personale delle Capitanerie di Porto), dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza prendono atto della volontà espressa dal Presidente del Consiglio di pervenire ad una soluzione delle rivendicazioni avanzate circa lo sblocco del tetto salariale in modo strutturale dal 1° gennaio 2015, istanze legate strettamente alla specificità dei comparti e riconosciute fondate e legittime dallo stesso Governo. Ciò premesso:  – mantengono ferma la mobilitazione annunciata con i precedenti comunicati; – si astengono nell’interesse del Paese e dei propri rappresentati, dall’indire manifestazioni nazionali in attesa della convocazione preannunciata da parte del Presidente del Consiglio; – disconoscono, in tale ambito, qualsiasi altra iniziativa, comunicazione o forma di protesta indetta da soggetti diversi dalle sottoscritte sigle Sindacali e  Rappresentanze militari dei Comparti Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico. ” Roma 9 settembre 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...