Baci di dama • Tortonese


Baci di dama • Tortonese

Ingredienti:

500 grammi di farina di frumento tipo 0, 500 grammi di zucchero, 250 grammi di cioccolato fondente, 300 grammi di mandorle, 400 grammi di nocciole sgusciate, 500 grammi di burro, qualche baccello di vaniglia

 Tempo di preparazione e cottura: 45 minuti

 Tostate in forno le mandorle e le nocciole.

Pelatele, riducetele a granella fine e mescolatele con lo zucchero e la vaniglia fino a ottenere un composto granuloso.

Unite la farina di frumento.

Incorporate delicatamente il burro ammorbidito a temperatura ambiente, maneggiando l’impasto il meno possibile, solo il necessario per amalgamare gli ingredienti.

Con le mani formate tante palline della dimensione di una ciliegia e allineatele su una placca da forno, distanziandole leggermente.

Riscaldate il forno a 170 °C e cuocete per 15-18 minuti, cercando durante la cottura di fare fuoriuscire il vapore che si crea all’interno del forno, in modo che l’impasto risulti croccante e friabile. Una volta sfornati, lasciate raffreddare i

baci e staccateli dalla placca.

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente e, quando sarà diventato una crema liquida, spalmatene uno strato sul lato piatto del dolcetto unendolo a un altro.

La crema di cioccolato, raffreddandosi, li terrà insieme, creando la caratteristica forma a semisfere sovrapposte.

Questi dolcetti di pasta frolla arricchita con mandorle e nocciole tritate, a forma di semisfere appaiate unite da un sottile strato di cioccolato fondente (ma nelle versioni più antiche la crema era di latte, burro e uova), sono una specialità di Tortona, dove furono creati forse a metà Ottocento.

Attualmente si producono in tutto il Piemonte meridionale e anche in altre zone.

Storia. I baci di dama sono senza dubbio una specialità di origine tortonese, anche se alcune antiche pasticcerie del centro della città se ne contendono la primogenitura, avvenuta dopo la metà dell’Ottocento.

Nella confezione in stile liberty dei baci di dama della Pasticceria Vercesi si legge appunto “I baci dorati son tortonesi, li hanno creati i Fratelli Vercesi”.

All’inizio del Novecento, poiché la pasticceria Zanotti gareggiava con i Vercesi per la palma della miglior pasticceria per i baci di dama, fu lanciata un’informale sfida tra gli stessi cittadini tortonesi, che non pervenne però a una decisione conclusiva.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...