Trote in carpione • Val Grande


Trote in carpione • Val Grande
Per 4 persone:
4 trote di circa 300 grammi l’una, una cipolla,
12 foglie di salvia, 2 rametti di rosmarino,
10 bacche di ginepro, 2 manciate di farina
di frumento, mezzo litro di aceto di vino bianco,
olio extravergine di oliva, sale
Tempo di preparazione e cottura:
mezz’ora, più la marinatura
Pulite le trote, eviscerandole e lavandole. Non
privatele della testa né delle lische. All’interno
di ciascuna inserite una fogliolina di salvia e un
pizzico di sale. Infarinatele e friggetele in olio da
entrambe le parti.
Quando saranno cotte, sistematele su un
vassoio rivestito di carta assorbente, in modo
che asciughino dall’unto in eccesso.
Preparate un battuto con la cipolla, il rosmarino
e le bacche di ginepro e soffriggetelo in olio
finché cominci ad appassire.
Aggiungete l’aceto, portatelo a ebollizione e
cuocete ancora per qualche minuto. Trasferite
le trote in una teglia e ricopritele con il liquido.
Conservatele per quattro o cinque giorni in luogo
fresco prima di scolarle e servirle.
Storia. Di Corato attesta la presenza di questa
preparazione sia nell’Ossola inferiore che in Val
Vigezzo, evidenziando le differenze tra le diverse
marinature. Nel primo caso la carpionatura
veniva preparata con cipolle abbondanti, carote,
alloro, chiodi di garofano, pepe, sale ed aceto;
nel caso vigezzino gli ingredienti erano invece
cipolla, sedano, salvia, sale ed aceto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...