Nocciolini • Chivassese


Nocciolini • Chivassese

Ingredienti:

600 grammi di nocciole Piemonte Igp, 6 albumi

d’uovo, 300 grammi di zucchero a velo,

1 manciata di zucchero semolato

Tempo di preparazione e cottura:

45 minuti

Sgusciate le nocciole – dovreste ricavarne circa

tre etti – e tostatele. Macinatele molto finemente

e amalgamatevi lo zucchero a velo e quattro

albumi d’uovo. Incorporate delicatamente gli

altri albumi montati a neve e, con un cucchiaino

o un sac-à-poche, distribuite il composto in

mucchietti molto piccoli su una placca da

forno imburrata. Cospargeteli con lo zucchero

semolato e cuocete a 160 °C per una decina di

minuti. Staccate con delicatezza i dolcetti dalla

placca e lasciate raffreddare. I nocciolini si

conservano a lungo, preferibilmente in scatole

di metallo.

Storia. I nocciolini furono creati all’inizio

dell’Ottocento nel laboratorio del mastro

pasticciere Giovanni Podio in Chivasso.

Il genero di Podio, Ernesto Nazzaro, fu a sua

volta abile a propagandare i piccoli dolcetti

nel resto d’Italia e in Europa, ricevendo molte

benemerenze come fornitore di case reali

e premi a varie fiere internazionali (tra cui

l’Esposizione Universale di Parigi e l’Esposizione

di Torino del 1911). Il nome originario dei dolcetti

a base di nocciole piemontesi era noisettes,

in francese; venne rimpiazzato da nocciolini in

epoca fascista. Nella sua Guida Gastronomica

d’Italia del 1969, Felice Cunsolo identifica i

nocciolini come il dolce tipico di Chivasso:

“Famosi gli amaretti, chiamati nocciolini (piccoli

come una nocciola), a base di nocciole infornate

e peste, bianco d’uovo, zucchero”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...