Manifestazione piacere piemonte


Venite ad assaggiare i prodotti dei Lauri, a scoprire i gusti dei salumi piemontesi, di maiale piemontese, fassona, anatra, cervo, cinghiale e tacchinella, ma anche altre specialità, in Corso Francia 325/c a Torino.

A causa del numero limitato dei posti, vi invito a prenotarvi telefonicamente al mio numero 348 9842525 o inviandomi una email a sergiofiandra@gmail.com

Vi aspetto

Ascom e Energrid con un super sconto


CONNETTI TRE TUOI AMICI, ENERGRID TI PREMIA

CON BONUS FRIEND!

per te subito uno sconto sull’acquisto di energia.

1€/MWh

pari a 0,001 €/kWh

Ragione Sociale Referente Partita Iva Telefono

Condizioni di applicazione dello sconto

Lo sconto verrà riconosciuto sulla migliore tariffa proposta da Energrid S.p.A. in fase di sottoscrizione.

La presente offerta è valida per sottoscrizioni entro il 19/05/2017 e non è cumulabile con altre iniziative in corso.

Lo sconto raddoppia in caso di sottoscrizione di una proposta della linea RINNOVA.

Valido solo per nuovi clienti.

Data Timbro Firma

ENERGRID S.p.A.con socio unico

• C. Fiscale, P.Iva e Registro Imprese Torino 08600990017 • REA 1068745 • Capitale sociale 1.000.000 euro i.v. • Direzione e coordinamento: Energrid Holdings Inc. • Sede Legale e Amministrativa: Via Piffetti 15, 10143 Torino • Indirizzo Postale e Ingresso Uffici: Via Schina 6, 10143 Torino • Sede Operativa: Corso d’Italia 19, 00198 Roma

Bussia della Bioca


nome: Bussia
denominazione: Barolo DOCG
anno: 2013
uva: Nebbiolo 100%

Vigneto:

Ubicazione: Monforte d’Alba
MGA: Bussia MGA
anno d’impianto: negli anni ’80
resa: 45 hl/ha
raccolta: 17/10/2013

VINIFICAZIONE:

Pigiatura, diraspatura e macerazione a freddo per 2 giorni. Fermentazione in piccoli tini d’acciaio senza controllo della temperatura per 7 giorni con follature e rimontaggi regolari. Macerazione post-fermentativa per 25 giorni con il cappello emerso.

FML: in tonneau di rovere francese (300 l)

AFFINAMENTO: in tonneau di rovere francese di 1º passaggio per 30 mesi

imbottigliamento: 02/07/2016 (Lotto L0316183BUS)

produzione: 936 bottiglie di cui 88 magnum

ANALISI

alc.% vol. 14,25%

pH: 3,67

acidità totale: 5,45 g/l

acidità volatile: 0,71 g/l

zuccheri residui: 0,3 g/l

SO2totale: 106 mg/l

estratto secco: 29,7 g/l

Il vigneto: l’abbiamo affittata nel 2013 dopo accordi multilaterali con vari vicini della zona che prevedevano la cessione da parte nostra del diritto d’acquisto di una vigna confinante con Vigna Chiesa e l’affitto, sempre da parte nostra, di questa vigna Bussia a lungo termine. Entrambe le vigne dovevano essere reimpiantate e c’era anche un accordo verbale prevedeva che il proprietario dei terreni a Bussia ci avrebbe venduto il Nebbiolo delle sue altre vigne fino al 2023, la prima annata in cui sarebbe entrato in produzione il nostro nuovo vigneto di Nebbiolo da Barolo.

L’annatà: la vendemmia 2013 si può definire come «classica», la vite ha avuto un ciclo vegetativo piano e senza sbalzi di temperature, eccessi o carenze d’acqua. Un’annata abbondante ma tardiva, con la raccolta nei tempi «di una volta». Non è stata un’annata felice per i nostri cru comunque – entrambi i viticoltori con i quali avevamo accordi per le uve sono morti (l’uno per motivi naturali – età; l’altro ha avuto un incidente con il proprio trattore in vigna). I suoi eredi, non sapendo dell’accordo verbale, ovviamente, non hanno voluto seguirlo.

Il vino: “Un grande rosso da lungo invecchiamento, alta espressione della tradizione di Piemontese. Eleganza e equilibrio lo rendono originale. Il legno, non copre, ma esalta il frutto. Un vino di carattere di grande piacevolezza”. Franco Bernabei, enologo-consulente.

L’etichetta: è la mappa della nostra vigna a Bussia. Bussia è un cru enorme, ma molto popolare, tutta l’uva è contrattata fino all’ultimo acino. Non avendo la possibilità di produrre più Bussia, abbiamo contrattato un altro contadino – del cru Monvigliero. Questo sarà il cru che uscirà al posto del “cru di una volta” dal 2014 in poi.

Massena 20


 

Gentili colleghi,
è online la rivista dell’Ascom di Torino e provincia

Per sfogliare la rivista CLICCA QUI   …….buona lettura!!

Sommario degli argomenti:

  • Finanze, Banche ,Confidi un rebus che Ascom può risolvere: a disposizione delle imprese strumenti efficaci per aumentare il business;
  • Lavoro: Quale sarà il dopo voucher? In Ascom nasce “S.O.S voucher”, uno sportello di consulenza per gestire soluzioni alternative senza rimetterci;
  • Lo scadenzario fiscale di maggio;
  • Ritorna il servizio MIP – mettersi in proprio, un aiuto fondamentale per chi intende diventare imprenditore o lavoratore autonomo;
  •  Le ultime novità della manovra correttiva del Governo Gentiloni;
  • Gli approfondimenti dell’attualità;
  • Novità dalle Categorie e dai territori;
  • Opportunità di aggiornamento e formazione professionali;
  • Alcune opportunità offerte dalle convenzioni Ascom



 

Energrid ti premia con dual power


 

 

 

 

ENERGRID TI PREMIA CON DUAL POWER!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1€/MWh

pari a 0,001 €/kWh

 

 

 

 

 

 

Per te subito uno sconto speciale sull’energia.

 

 

 

Condizioni di applicazione dello sconto

 

Lo sconto verrà riconosciuto sulla migliore tariffa proposta da Energrid S.p.A. in fase di sottoscrizione.

La presente offerta è valida per sottoscrizioni entro il 19/05/2017 e non è cumulabile con altre iniziative in corso.

Bonus valido in caso di contestuale sottoscrizione di unofferta Energrid S.p.A. per la fornitura di Gas Naturale.

Valido solo per nuovi clienti.

 

Data Timbro Firma

 

 

 

 

 

ENERGRID S.p.A.con socio unico

• C. Fiscale, P.Iva e Registro Imprese Torino 08600990017 • REA 1068745 • Capitale sociale 1.000.000 euro i.v. • Direzione e coordinamento: Energrid Holdings Inc. • Sede Legale e Amministrativa: Via Piffetti 15, 10143 Torino • Indirizzo Postale e Ingresso Uffici: Via Schina 6, 10143 Torino • Sede Operativa: Corso d’Italia 19, 00198 Roma

Mocetta di Cervo


Mocetta di cervo
Quando la caccia era soprattutto occasione di approvvigionamento, le parti più delicate e gustose del cervo erano rigorosamente separate e trattate per la conservazione.
Anche oggi avviene così nei laboratori dei Lauri, per creare la mocetta di cervo. La salagione a secco è la prima fase, poi la carne più fine del cervo è lasciata riposare alcuni giorni in una infusione di erbe alpine e provenzali e vino rosso generoso.
Quando l’acquisizione dei profumi si è completata, c’è il rito dell’asciugatura nella sala aerata naturalmente dalle correnti di montagna.
La mocetta appesa sull’alto dei tralicci stagiona senza fretta, per un periodo che arriva ai sei mesi, sempre attentamente sorvegliata. Alla piena maturazione è pronta per il taglio: ogni fetta è una cascata di profumo e sapore.
Per gustare la mocetta di cervo il consiglio migliore è l’accostamento con confetture di verdure, marmellata di mirtilli, mieli di montagna, e fette di pane casereccio.

La Bioca presenta il Rossese bianco


Il vitigno Rossese bianco

Il vitigno Rossese bianco deve il suo nome alla intensa sfumatura ambrata o addirittura rosata dell’uva ben matura ed esposta al sole. Esistono altri omonimi di Rossese bianco, sia nella Liguria di Levante che di Ponente, ma non sempre esistono somiglianze fenologiche con il Rossese bianco delle Langhe. Varietà di uva bianca denominate Rossese erano comunque ampiamente diffuse nel passato in Liguria (il Rossese bianco entrava nella composizione del vino delle Cinque Terre) e in Piemontenei dintorni di Alba e Mondovì. Attualmente la coltura del Rossese bianco piemontese è limitata ai comuni di Sinio, Roddino e Monforte.

VITIGNO
Rossese 100%. Il Vitigno, originario delle Cinque Terre, nasce a bacca bianca e tende a maturare verso fine settembre-inizio ottobre. Giunto nelle Langhe a fine Ottocento, è stato recuperato in vecchi vigneti di Monforte verso la metà degli anni ’70.

ZONA DI PRODUZIONE
Comune di Monforte d’Alba – sottozona Castelletto. Terreno di tipo Elveziano (fondi marini emersi, formatisi nel tardo Miocene, 10–12 milioni di anni fa) di medio impasto (limo, argilla e sabbia in percentuali bilanciate), ricco di sali minerali e calcare attivo.

COLTIVAZIONE DEL VIGNETO
Controspalliera potata Guyot.

RESA PER ETTARO
65 ettolitri.

VINIFICAZIONE
La raccolta manuale dell’uva avviene nell’ultima decade di settembre.
La fermentazione avviene in parte in vasche di acciaio a temperatura di cantina (16-20 °C).

AFFINAMENTO
Al termine della fermentazione alcolica, il vino viene lasciato sur lies con batonage frequenti fino a malo lattica avvenuta.
In seguito, effettuando ancora periodicamente il batonage, il vino viene lasciato sui suoi lieviti fino a giugno, momento in cui si procede al travaso prima dell’imbottigliamento.

CARATTERI ORGANOLETTICI
L’ampio spettro olfattivo, regala un bouquet agrumato, con piacevoli nuances erbacee.
Un vino dalla spiccata personalità, vivo e sapido, con un ottimo potenziale di invecchiamento.

 

Convenzione Cascina Fontanacervo


cervo

Ci occupiamo di tutto  il processo  di produzione, dai campi, all’allevamento e mungitura, fino alla lavorazione dei prodotti.

3

Bastano tre parole per descrivere Cascina Fontanacervo:

 

  • Locale: perché le nostre mucche sono nutrite con foraggi coltivati all’interno dell’azienda agricola;
  • Sostenibile: perché per i nostri campi usiamo gli scarti animali del nostro allevamento;
  • Buono: perché per il sesto anno siamo Maestri del Gusto Slow Food.

1

 

* Prodotto suscettibile a variazione

–  La scontistica viene ritenuta valida con un fatturato minimo garantito mensile.

2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: