Archivi tag: Innovazione

La bruna premiata per il suo castelmagno


Che il nostro Castelmagno DOP fosse di alto livello lo sapevamo. Ricevere una medaglia d’oro, dopo il giudizio dei tanti Maestri Assaggiatori provenienti da tutta Italia, è una gran bella soddisfazione

Ceci-nè, una novità sfiziosissima


Vista sempre la maggior ricerca di cibi salutari e gustosi

Manifestazione piacere piemonte


Venite ad assaggiare i prodotti dei Lauri, a scoprire i gusti dei salumi piemontesi, di maiale piemontese, fassona, anatra, cervo, cinghiale e tacchinella, ma anche altre specialità, in Corso Francia 325/c a Torino.

A causa del numero limitato dei posti, vi invito a prenotarvi telefonicamente al mio numero 348 9842525 o inviandomi una email a sergiofiandra@gmail.com

Vi aspetto

A proposito della Bioca


040716_1114_Chebellenot1.png

Dicono di noi ………. solo nel 2016

  • IWSC

    IWSC

    AculeiBaroloDOCG 2012 
    Zabaldà Barberad`AlbaDOC 2013 
    RiccianteVSQRosé 2014 
    RiccinnebbiaLangheDOCNebbiolo 2013 

 

  • Gilbert & Gaillard

    Gilbert & Gaillard

    Stolét Barolo DOCG 2012 
    Aculei Barolo DOCG 2012 
    Barbaresco DOCG 2013 
    Moschiaccio d`Asti DOCG 2015 
    Favorosa Langhe DOC Favorita 2015 

 

 

  • Winelab

    Winelab

    Barbaresco DOCG Lurens 2013   stelle.png

  • La Biòca: una neonata nel "Barolo"! (Enologo in 500, Massimo Prandi)

    La Biòca: una neonata nel “Barolo”! (Enologo in 500, Massimo Prandi)

    “Basta pensare al “Barolo” e la mente si illumina dei blasonati nomi di cantine famose: alcune storiche, altre giunte agli onori “della cronaca” negli ultimi decenni, qualcuna conosciuta per lo stile tradizionale, altre per qualche tratto esuberante e fuori dagli schemi.
    Per questo mio primo post dedicato alle cantine di Langa e Roero, invece, ho scelto di accompagnarvi in visita a La Biòca, una azienda vitivinicola recentissima, giunta quest`anno alla quarta vendemmia”. leggere tutto l’articolo

 

  • Vini di Terroir (Bibenda 2015, dal numero 170, Claudio Bonifazi)

    Vini di Terroir (Bibenda 2015, dal numero 170, Claudio Bonifazi)

    “La fama di alcuni vitigni di una regione è pericolosa per quelle varietà minori che non riescono a trovare il giusto spazio nella notorietà internazionale; Il Piemonte dedica la sua vita prevalentemente alle uve Nebbiolo, per produrre grandi vini, seguito poi dalla Barbera, dal Dolcetto e da un esiguo numero di bianchi, tra cui – al netto del Moscato d’Asti – Arneis, Timorasso. Diffondere e coltivare, ma soprattutto sfondare la dura parete del mercato, con varietà meno note, è impresa ardua; a questo progetto però crede e perpetua l’azienda La Bioca che coltiva vitigni che si possono definire di “terroir”.leggere tutto l’articolo

 

  • Bibenda 2016

    Bibenda 2016

    Langhe Rosso Daje Mac 2013 red_grape.png red_grape.png red_grape.png red_grape.png
    Langhe Rosso Faje `n Ross 2013 red_grape.png red_grape.png red_grape.png red_grape.png
    Langhe Nebbiolo Riccinnebbia 2013 red_grape.png red_grape.png red_grape.png
    Barbera d`Alba Zabaldà red_grape.png red_grape.png red_grape.png
    Dolcetto d`Alba Ricciaia 2013 red_grape.png red_grape.png red_grape.png
    Langhe Arneis 2014 green_grape.png green_grape.png green_grape.png

 

  • LucaMaroni 2016

    LucaMaroni 2016

    Zabaldà Barbera d’Alba 2013 90
    Riccinnebbia Langhe Nebbiolo 2013 89
    Ricciaia 2013 89
    Faje’n Ross 2013 88
    Daje Mac Langhe Rosso 2013 88
    Ariss 2014 85

     

  • Veronelli 2016
  • Veronelli 2016

    Barbera d’Alba DOC Zabaldà 2013 85
    Dolcetto d’Alba DOC Ricciaia 2013 86
    Langhe DOC Arneis Ariss 2014 86
    Langhe DOC Rosso Daje Mac 2013 87

I Lauri – Affumicati e Cose Buone



I Lauri, firma di qualità agroalimentare

La cooperativa agricola I Lauri è situata nelle Alpi cuneesi, in Valle Stura di Demonte, a poco meno di 800 metri di quota.
L’azienda, ospitata nel complesso Terredoc di Rialpo, è nata dieci anni fa per iniziativa di un ristretto staff di artigiani del gusto e produttori agricoli della provincia di Cuneo.
Oggi I Lauri comprendono una quindicina di soci individuali e collettivi. Tra questi ultimi figurano la Cooperativa Agricola Buschese, titolare del marchio della razza bovina piemontese Coalvi, la Cooperativa dell’agnello sambucano Barmaset, la Poiana di Pradleves che produce e affina formaggi Dop, la Cooperativa Cantine di Clavesana che fornisce il vino per le lavorazioni gastronomiche e la Albifrutta di Costigliole Saluzzo.

La sede di Rialpo consta di oltre mille quadri suddivisi tra l’area produttiva (laboratori e stazioni di affumicazione distinte per carni e pesce, sale di stagionatura, celle frigorifere di stoccaggio), l’open space per meeting e degustazioni, gli uffici, lo spaccio di vendita con una ricca gamma di prodotti del territorio occitano.

I Lauri valorizzano le produzioni tipiche locali: l’agnello sambucano, la trota salmonata alpina, la carne bovina Coalvi, il suino biologico, polli e conigli di razza pregiata, selvaggina di qualità superiore. La lavorazione dei prodotti avviene secondo antiche ricette locali, a partire dalla preparazione, con l’uso esclusivo di sale marino, erbe alpine e provenzali, spezie selezionate, vino bianco e rosso Doc. La carezza dell’affumicazione avviene in forni ad alta tecnologia, alimentati da segature di legni dolci e profumati.


Dal 2008 è maturato il progetto di estendere l’attività alla filiera della lumaca Helix pomatia alpina. Si tratta infatti di un prodotto con una lunga storia nelle valli occitane, attestata dalla pluricentenaria Fiera Fredda di Borgo San Dalmazzo che da sempre vede al centro il prodotto lumaca sia sotto l’aspetto agricolo (allevamenti specializzati) che culinario (ogni ristorante locale vanta ricette a base di lumaca).

Due le linee di produzione sotto l’etichetta “Alta gastronomia dei Lauri”: specialità in barattolo da 180 e 500 grammi (lumache alla diavola, alla provenzale, affumicate sott’olio, ragout) e in vaschetta a lunga conservazione tra i 400 grammi e il kg (polpa naturale di lumaca, lumache Borgogna, impanate, in spiedino).

Dall’anno scorso ha preso il via la linea dei patè totalmente naturali, in barattolo da 130 grammi. Queste le specialità: Montagnard (carne di maiale), Sarvai (polpa di lepre), Real (polpa di cinghiale), Sambucan (agnello sambucano), Bec Fin ( fagiano), Helix (lumaca).

Tutti i prodotti dei Lauri rispettano le regole del mangiare sano e genuino. Sono esclusi in modo tassativo additivi e conservanti. Le ricette vengono controllate da analisti della qualità e sono in linea con le tabelle della dietologia, per fornire il giusto apporto di proteine e una limitata quantità di grassi.

Gigetto alle erbe


Certificato di Eccellenza

VINCITORE 2015



Formaggio di latte vaccino intero affinato alle erbe (circa 230 grammi)

Descrizione

Il “Gigetto alle erbe” è stato il primo formaggio in ordine di affinamento, nato nel 2004 come prova, ora è il formaggio di punta, forse anche perché è stato quello che ha dato il via alla vita di affinatore dei formaggi. Ha la forma rettangolare a pasta cruda prodotto nelle valli bergamasche, con latte vaccino intero. L’affinamento richiede circa 60 giorni. Il formaggio viene affinato con mix di erbe aromatiche e fiori, dall’aspetto verde-marrone; un sapore deciso che sprigiona un profumo di erbe aromatiche pepate

Gigetto Balsamico


 Gigetto Balsamico

Gigetto Balsamico

Formaggio di latte vaccino intero aromatizzato all’aceto balsamico di Modena (circa 230 grammi)
Descrizione
Ha la forma rettangolare a pasta cruda prodotto nelle valli bergamasche, con latte vaccino intero. L’affinamento richiede circa 60 giorni.
Il profumo inconfondibile di aceto balsamico, il sapore particolarissimo di contrasto dolce e balsamico, un contrasto inconfondibile, il sapore delicato del taleggio che contrasta con il sapore deciso e aromatico dell’aceto balsamico di Modena, crea al palato un’armonia di gusto che ricorda la nocciola